Login


L'utente accedendo accetta implicitamente Privacy e Cookie Policy del sito
Prendi visione della Privacy Policy e della Cookie Policy del sito UmbriaIN
 

Trova cosa fare e cosa vedere su UmbriaIN

Pulisci

Le Rocche Maggiore e Minore di Assisi

  • umbria_3662437_960_720.jpg

Il Post

  • Scritto da: Alessia  Marchetti
  • Il: 03/05/2019 11:00:01

La Rocca Maggiore e la Rocca Minore di Assisi costituiscono uno degli esempi più emblematici dell’azione militare che pose in essere il cardinale Egidio Albornoz durante il XIV secolo, per scopi difensivi.     
Tuttavia la rocca Maggiore, che domina la città e la valle del Tescio, fu eretta in un periodo antecedente, esattamente nei primi anni del secolo XII.
La Rocca Minore, invece, conosciuta anche come Rocchicciola, è di epoca più recente.
Le due Rocche erano anticamente unite da una cinta muraria percorribbile, sotto la quale sarebbe esistito un passaggio segreto.
Le mura, ancora oggi visibili, furono realizzate con la tipica pietra rosa del monte Subasio, tagliata a forma di trapezio.
A seguito di varie drammatiche vicissitudini, che comportarono la ripetuta distruzione del complesso, nel corso del XVII secolo, la Rocca fu completamente abbandonata.
La Rocca Maggiore, così come appare oggi, è naturalmente il frutto di sovrapposizioni e aggiustamenti successivi, che si sono susseguiti nel tempo. Si compone di una robusta cinta trapezoidale con torri quadrate (tranne una, che è circolare), con resti di merli e controscarpa. Al centro, invece, vi è il castello munito di un’alta torre (o femmina); mentre la cinta si ricongiunge con le mura urbiche.
Nel corso del tempo, il complesso ha assolto a varie funzioni: non solo difensive e residenziali, ma anche carcere e magazzino, fino ai giorni nostri, allorchè, in qualità di rudere storico, impregnato di fascino e di storia, è aperto ai sempre più numerosi visitatori.  Dalle sue torri, inoltre, si gode di un panorama tra i più suggestivi di tutta l’Umbria.
Da ricordare, inoltre, che nel 1956 il vescovo di Assisi concedette la chiesa del Crocifisso, posta all’interno della Rocca Minore, alla Compagnia dei Cavalieri del Colle del Paradiso. Costoro, che la trasformarono nella propria sede, provvidero al consolidamento della struttura, al fine di evitare di perdere un tale simbolo storico-culturale della città.

Assisi
  Scopri gli Eventi   Inserisci il tuo evento   Scopri il territorio   Torna al Blog   Vai alla pagina del comune di Assisi
 

Dove trovarci