Trova cosa fare e cosa vedere su UmbriaIN

Pulisci

Il Lago di Alviano con la sua oasi naturalistica

  • alv.jpg

Il Post

  • Scritto da: Alessia  Marchetti
  • Il: 16/12/2019 12:50:15

Nei pressi di Alviano esiste l'omonimo lago, non di origine naturale, bensì artificiale, tanto è vero che fu creato nel 1963 attraverso uno sbarramento del fiume Tevere.
Si decise di intervenire in tal senso per regolamentare le acque reflue del Lago di Corbara, di modo tale da poterle sfruttare per fini energetici.

Nel corso del tempo, tuttavia, ci fu un progressivo impaludamento della zona, anche in considerazione del fatto che la profondità del lago si andò ad attestare intorno ai 30 cm circa.
Se questo da un lato ha comportato alcuni effetti negativi, dall'altra ha fatto sì che venissero richiamate qui moltissime tipologie di uccelli in migrazione.
Pertanto le amministrazioni locali, assieme al WWF, decisero di realizzazare un'oasi naturale ("Oasi naturalistica di Alviano"), dove proteggere e permettere la continuità della vita di tutte quelle specie la cui esistenza era profondamente dipendente da quel tipo di habitat.
Così venne introdotto il divieto di caccia e di speculazione edilizia in tutti e 900 gli ettari dell'oasi.


L'Oasi del lago di Alviano, in particolare, nata nel 1990, ospita ad oggi una grande varietà di uccelli (osservabili anche attraverso l'attività di "birdwatching"), come il tarabusino, l'airone bianco maggiore, il cavaliere d'italia e il falco pescatore.
Ma non solo, anche altri bellissimi animali popolano il territorio: i simpatici pesci gatto, il tritone crestato e la rana dalmatina.

Insomma, uno splendido luogo non solo dove osservare, studiare e rilassarsi, ma anche uno spazio didattico dove svolgere un'importante attività di ricerca scientifica.



Alviano
  Scopri gli Eventi   Inserisci il tuo evento   Scopri il territorio   Torna al Blog   Vai alla pagina del comune di Alviano
 

Dove trovarci