Trova cosa fare e cosa vedere su UmbriaIN

Pulisci

Il Grifo Nero Valnerino, il cane umbro.

  • GRIFO NERO VALNERINO BLOG.jpg

Il Post

  • Scritto da: Sandro Fiorentini
  • Il: 06/11/2018 17:58:48

L’Umbria ha una razza di cani tutta sua??? L’ho scoperto con stupore e con orgoglio, da buon umbro quale mi ritengo, mentre leggevo un articolo sul tartufo nero pregiato. La cosa mi ha incuriosito parecchio ed ho cominciato a cercare in rete informazioni al riguardo.

Mi è apparso così il musetto simpatico e furbetto del nostro cagnolino regionale il Grifo Nero Valnerino. Davvero un bel cane!! Snello, agile e robusto, ha l’espressione di chi sa il fatto suo! E sembra proprio che sia così. Allevato e selezionato per secoli in Valnerina, è un cane da tartufo con particolari doti e qualità che lo rendono unico nella ricerca del prezioso fungo sotteraneo. Sembra anche che il nostro Grifo Nero sia un gran lavoratore, addirittura migliore del cane da tartufo per eccellenza, il Lagotto Romagnolo. Infatti ha caratteristiche fisiche che lo rendono adatto sia al freddo che al caldo, è robusto e frugale, resistente alla fatica e alle malattie, ma soprattutto è un gran cercatore di tartufo, naturalmente soggetto ad avere un riporto spontaneo al punto che non c’è quasi bisogno di addestrarlo. Un vero specialista insomma. Ma non è tutto! Il suo musetto simpatico ci dice anche che è un cane dolce, docile ed intelligente, particolarmente adatto a vivere in famiglia e a farci compagnia.

Pur essendo una razza antica, il Grifo Nero Valnerino non era ufficialmente riconosciuto, fino a quando non è stato inserito nell’anagrafe canina regionale per merito dell’associazione di tartufai Turber Terrae promotrice del riconoscimento. La richiesta è stata presentata nel corso dell’ultima Mostra Mercato del tartufo di Valtopina insieme agli allevatori di questa “nuova” razza canina e subito raccolta dalla Usl Umbria 2 di Foligno che ha deciso di inserire il Grifo Nero Valnerino nell’anagrafe canina regionale. Questo riconoscimento farà sì che, al momento dell’iscrizione gli allevatori potranno segnare i loro cani come “Grifo Nero Valnerino” e non più come meticcio. Bisogna precisare comunque che non si tratta del riconoscimento Enci, ma dell’inserimento di questo razza negli elenchi regionali. Quindi se la nostra regione può andare orgogliosa della sua razza canina dobbiamo ringraziare tutti gli allevatori che con passione e amore l’hanno selezionata ed in particolar modo Antonio Guerrini, promotore ed organizzatore di raduni per la selezione della razza e Francesco Mirti, presidente della associazione Tuber Terrae che si è spesa affinché si raggiungesse questo importante traguardo.



Letto: 6769 volte

  Scopri gli Eventi   Inserisci il tuo evento   Scopri il territorio   Torna al Blog   Vai alla pagina del comune di Nessun comune
 

Dove trovarci